CONTATTACI VIA MAIL

venerdì 31 agosto 2012

ALLEGRA LA FATA EI GIOCHI, Daisy Meadows -LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO


Sofia G. consiglia "Allegra la fata dei giochi" di Daisy Meadows.
"Un libro piacevole in cui le disavventure di un gruppo di ragazze si concludono con un gioco che fata Allegra rende magico con fantastiche bolle, scintille, caramelle colorate e fuochi d'artificio."

DOPO LUNGA E PENOSA MALATTIA, Andrea Vitali - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO



Alessandra B. consiglia "Dopo lunga e penosa malattia" di Andrea Vitali.
"Il libro si legge tutto d'un fiato in quanto è scritto molto bene, è scorrevole ed è un giallo coinvolgente."


"OPERATION SUNRISE" E.A. Rossi - B.F. Smith - "Leggi tu che leggo anch'io"


Giovanni R. ci consiglia "Operation Sunrise" di E. A. Rossi e B.F. Smith.
"Puntiglioso racconto delle convulsioni che accompagnarono  la fine della II guerra mondiale in Italia. Più che la ricostruzione della cronologia degli eventi, appaiono interessanti le annotazioni generali sull'atteggiamento degli Alleati, dei nazisti e, sullo sfondo, della nostra Resistenza."

"Hard times, Charlie!" con Alessio Kogoj e Giacomo Anderle



Reading teatrale per adulti sulla crisi e sulla speranza, sulla precarietà dei soldi e sul perdurare dei sogni. Come affrontare con leggerezza e divertimento temi che altrimenti rischierebbero di trascinarci tutti a fondo.

 MARTEDì 18 SETTEMBRE
ORE 21.00
presso la sala riunioni del municipio di Tione

Conversando con l'autore -"Da qui a cent'anni", Anna Melis


Anna Melis, in dialogo con Alberta Voltolini, presenta il suo libro venerdì 7 settembre alle 21.00 presso la biblioteca di Tione.

venerdì 17 agosto 2012

Conversando con l'autore - stuzzichini letterari

Vogliamo accompagnarvi nel delicato passaggio attraverso la fine dell'estate con tre incontri con gli scrittori.
Tenetevi liberi per le tre sere del 23 agosto, del 30 agosto e del 7 settembre: Alberta Voltolini dialogherà con Massimo Ravasi, Tersite Rossi e Anna Melis.

mercoledì 8 agosto 2012

"L'INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL'ESSERE" di Milan Kundera - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO


 Massimo C. ci invia il suo parere su "L'insostenibile leggerezza dell'essere" di Milan Kundera

"Sullo sfondo degli eventi svoltisi durante la “primavera” di Praga del 1968 e della successiva occupazione della città da parte dei carri armati sovietici, si snodano e si intrecciano le storie di quattro protagonisti.
Centrale è la storia d’amore tra Tomàs e Tereza. Lui prima affermato medico, licenziato poi per motivi politico-ideologici e diventato lavatore di vetri. Lei, approdata nella vita di Tomàs “come un bimbo abbandonato in una cesta e affidato alla corrente del fiume” prima cameriera e poi fotografa. E nonostante i continui tradimenti di lui, a lui sempre devota. E’ assioma inconfutabile che l’amore vero non richiede condizioni, confini, misura, ma erige la sua naturale architettura sul sacrificio, sulla sofferenza, sulla dedizione assoluta, sull’autenticità.
Durante il romanzo, dal ritmo sì lento ma dall’intensità indiscussa, sovente l’autore si sofferma su proprie dissertazioni filosofiche, però mai per mero autocompiacimento, ma sempre con l’intento di porgere al lettore elementi necessari per comprendere meglio l’interiorità dei personaggi.
Al termine della lettura resta in bocca quel senso dolceamaro di ineffabile e di incomprensibile che l’esistenza, solo a volte e solo a coloro con cuore e mente ricettivi, concede di assaporare.
Forse è questo il dilemma dietro il quale si annida la felicità, se quell’ineffabile e quell’incomprensibile costituiscano la “leggerezza” della vita stessa o piuttosto “insostenibile fardello” che tutti noi siamo condannati a portare ogni giorno sulle nostre spalle.
Lo sbocciare dell’amore secondo Kundera: “Tereza sa che il momento in cui nasce l’amore si presenta così: la donna non resiste alla voce che chiama all’aperto la sua anima; l’uomo non resiste alla donna la cui anima presta orecchio alla sua voce”. Qualcuno in questo teorema, forse, saprà riconoscersi."

Missa brevis