CONTATTACI VIA MAIL

martedì 31 gennaio 2012

"SETTE FIORI DI SENAPE" Conor Grennan - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO


Luigia A. ha letto Sette fiori di senape di Conor Grennan:
"E' un libro molto bello adatto a tutti. Dove c'è tanto da imparare a capire le civiltà diverse dalle nostre"

sabato 28 gennaio 2012

Processo alla banalità del male - Giorno della memoria 2012

Siete tutti invitati allo spettacolo teatrale
Processo alla banalità del male
Adolf Eichmann: un criminale moderno
drammaturgia e regia di Maura Pettorruso
con Andrea Castelli,
Alessio Dalla Costa, Stefano Detassis
una produzione TrentoSpettacoli
in coproduzione con Provincia Autonoma di Trento
con il sostegno di
Presidenza del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento
Comune di Trento

martedì 31 gennaio, ore 21 - Teatro Comunale di Tione
ingresso gratuito 

Quando nel 1960, Adolf Eichmann fu rapito da Buenos Aires dove era nascosto, e portato a
Gerusalemme, in Israele, per essere sottoposto al processo per i crimini perpetrati da lui e dal
regime nazista durante la Seconda Guerra Mondiale, il mondo, la società, la storia stessa, si
trovarono davanti ad una possibilità nuova e importantissima: capire.

Capire qual è il volto del mostro. Capire come può un uomo diventare quel mostro.
Capire dove è il confine tra umano e bestiale.
Eichmann, al processo di Gerusalemme, si presenta
come un uomo quotidiano, qualunque, mediocre: è lui il mostro?

"GUERRE STELLARI", Michael P. Kube-McDowell - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO

Per gli amanti della fantascienza Alessandro ci scrive:
"Questa è la mia recensione di Star Wars Un nuovo nemico.
Secondo libro della trilogia della Flotta Nera.
Lando, Lobot, C-3PO e C1-P8 riescono ad entrare nel Vagabondo di Teljicom, astronave del popolo dei Quella, ma vi rimangono intrappolati.
Luke continua la sua ricerca della madre, di pianeta in pianeta, con Akanah.
Leia, su Coruscant cerca di trovare una soluzione pacifica alla crisi Yevetha.
Mentre Ian Solo, inviato come commodoro alla 5° Flotta, viene catturato dagli Yevetha.
Come riusciranno a trovare una soluzione a tutti i problemi?
Alessandro G."

mercoledì 25 gennaio 2012

"PLAYER ONE", Ernest Cline - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO


Margherita C. ci scrive:
"Ecco la mia recensione di Player One di Ernest Cline,titolo originale Ready Player One ovvero la scritta che dava inizio al gioco nei videogame degli anni 80.
Siamo nel 2040, la terra è devastata dall'inquinamento, il petrolio è finito, la crisi economica è ormai infinita, le città sono sempre più vuote data la violenza esistente e il costo proibitivo per viverci. La gente non può fare altro che rintanarsi in Oasis, una realtà virtuale fatta di un vero e proprio universo con settori, pianeti, regole, magie, ma anche scuole, luoghi d'incontro, servizi, insomma si vive quasi esclusivamente con visori e guanti immersi in questo mondo irreale pur di sfuggire alla bruttezza della realtà.
Alla sua morte, il fondatore di Oasis lancia una caccia al tesoro aperta a chiunque per trovare l'Easter Egg che permetterà al vincitore di ereditare tutto il suo immenso patrimonio oltre a divenire il nuovo gestore di Oasis. 
Partendo da un ragazzino sfigato ma molto sveglio, da amici trovati in Oasis e naturalmente dal cattivo di turno che fa capo ad una spietata multinazionale, si dipanerà una caccia al tesoro fra tranelli e colpi di scena, invidie e amori, amicizie e indifferenza, attraverso mille riferimenti all'immaginario pop degli anni 80. 
E' un libro semplice, senza virtuosismi letterari, però è scorrevole, piacevole e la trama è interessante al punto che “devi” sapere come andrà avanti, non riesci a smettere, e ciò non è poco se si parla di un libro di oltre 600 pagine.
E' un romanzo per chi  ha vissuto gli anni 80 con l'arrivo dei videogiochi, le sue musiche, i film e i telefilm; se gli anni 80 non li avete vissuti, in queste pagine potrete trovare tutto un mondo da scoprire."

martedì 24 gennaio 2012

La mente reattiva: conquistare quello che non conosciamo di noi stessi, origina inedite abilità

LA BIBLIOTECA DEL BENESSERE
La biblioteca di Tione in collaborazione con l'Associazione Anima presenta il terzo appuntamento della rassegna La biblioteca del benessere.
Venerdì 27 gennaio 2012 alle ore 20,30 presso la sala riunioni del comune di Tione sarà presente il dott. Silvano Brunelli che ci parlerà del libro:
LA MENTE REATTIVA: "Conquistare quello che non conosciamo di noi stessi, origina inedite abilità"
Ingresso libero

http://www.aziendadigitale.it/tione/home.nsf/NoFrames/6D58CE57F76AAA67C1257582005055A3?OpenDocument&D7855B17CAEFD573C12575520041DAFE

"IL SOGNO INFINITO" Harry Bernstein - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO

Luigia A. ha letto "Il sogno infinito" di Harry Bernstein:
"Buono si legge bene. E' la storia di un uomo combattuto tra l'amore verso la madre e l'odio verso il padre. E' pure una storia di immigrazione e di miseria, dove l'autore ha saputo emergere con grande sacrifico"

sabato 21 gennaio 2012

Giovedì 19 gennaio 2012
Cari amici del giovedì!

In data 19 gennaio 2012 alle ore 20.30 (orario capestro), nei locali della pubblica biblioteca intercomunale di Tione di Trento, dinanzi a noi pubblici dipendenti in organico al suddetto Ufficio sono comparsi quattordici testimoni, le cui generalità sono riportate nell’allegato D, i quali opportunamente interrogati sui fatti a loro conoscenza dichiarano:
A Domanda Risponde: il principale agente del libro rispondente al titolo di “Testimone inconsapevole” è latore di una personalità intrigante e il percorso interiore che egli intraprende suscita un notevole interesse nel detentore del libro ai fini di lettura personale. L’explicit conclusivo in calce alla vicenda ha caratteristiche di ovvietà, le quali altresì non inficiano la piacevole fruizione del testo.
A.D.R.: l’imputato Carofiglio dr. Gianrico, svolgente la mansione di magistrato, dimostra coerenza e contezza nell’esposizione degli accadimenti. Sussistono nel testo talune notazioni degne di sottolineatura (con matita recante mina morbida e sottile). La situazione professionale del genere femminile nell’ambito dell’ambiente tribunalizio viene relazionata con cognizione di causa. Lungi dall’essere scontato l’explicit ottempera a condizioni di attendibilità.
A.D.R: il mio gradimento per il suddetto romanzo è oltremodo elevato per la gradevolezza dell’eloquio e per la verosimiglianza dei soggetti coinvolti nella trama.
A.D.R.: la propensione ad atteggiamento di tenerezza e la presenza fisica non ripugnante rendono il prefato imputato Carofiglio benvoluto, in modo preponderante dalle testimoni che tradiscono appartenenza al già citato genere femminile.
A.D.R.: in quanto facente parte del genere maschile ritengo opportuno chiarire la mia posizione in merito alla succitata descrizione delle vicende personali dell’avv. Guido Guerrieri. La sottonarrazione riguardante i fatti di carattere non professionale ha parvenza di accessorietà e il livello stilistico ne è condizionato.
A.D.R.: l’individuo maschile attorno al quale verte la vicenda, plausibilmente delineato dalla relazione dell’imputato Carofiglio dr. Gianrico, reperisce la maniera per riscattare la propria esistenza. La distesa marittima in fronte alla quale si pone fornisce il pretesto per dirottare il flusso di pensieri dalla devianza patologica e ricondurlo verso l’equilibrio psicofisico.
A.D.R.: l’esercizio dell’avvocatura richiede la padronanza di una tecnica oratoria raffinata e de facto appare oltremodo arduo anche  il compito del giudice il quale rischia di essere tratto in inganno, qualora la testimonianza sia involontariamente inficiata dalla percezione alterata della realtà da parte del teste.
A.D.R.: qualsiasi persona in qualsivoglia contesto acquisisce elementi tali per fornire uno scopo alla sua propria condizione esistenziale. La sottoscritta pone la questione costituente fondamento per la corrente indagine: chi ha provocato la dipartita del de cuius, rispondente al nome di Rubino Francesco?
A.D.R.: sottopongo all’attenzione del giudice istruttore l’idea secondo la quale la precisione e l’attenzione rivestono una determinante importanza nello svolgimento di una mansione lavorativa. Ha suscitato interesse nella mia persona la crisi che investe taluni avvocati, qualora si trovino nella condizione di assumere la difesa di un imputato la cui non colpevolezza non sussista.
A.D.R.: dichiaro la sussistenza del pregiudizio e della diffidenza che pervadono la quasi totalità della popolazione nei confronti di persone di provenienza extraterritoriale. Inoltre sottolineo l’evidente dicotomia tra verosimiglianza e verità.
A.D.R.: i personaggi descritti con perizia dall’imputato addivengono a uno stato di familiarità con il lettore. Le tattiche psicologiche dell’avvocato determinano l’influenza delle testimonianze sul corso del procedimento.
A.D.R.: l’inconsapevole inaffidabilità dei testimoni, ingenera l’inattendibilità delle testimonianze da essi prodotte. L’imputato sopraddetto ha dato prova di conoscenza delle esternazioni connesse tipicamente, secondo la trattatistica scientifica riguardante l’argomento, all’attacco di panico.
A.D.R.: il contesto urbano di Bari, ove è locata la vicenda, trova dettagliata descrizione nella testimonianza dell’imputato.

In nome del popolo italiano, la biblioteca di Tione, letto il libro “Testimone inconsapevole” prodotto dall’imputato Carofiglio dr. Gianrico, prese in considerazione le testimonianze consapevolmente meditate dei numerosi testimoni, assolve il libro dall’accusa di noia. Dichiara altresì la cessazione di efficacia della misura cautelare della custodia a scaffale attualmente in corso a carico del libro e dispone l’immediata rimessione in prestito del predetto, se non già caricato su altrui tessera. L’udienza è tolta.”
La prossima seduta è fissata per giovedì 2 febbraio (e non il 9 come concordato ieri) per visionare il film “Il riccio” tratto dal libro “L’eleganza del riccio”.
Il gruppo di lettura ha fissato il prossimo incontro di lettura per giovedì 16 febbraio e ha deciso di ricordare Carlo Fruttero, che ci ha lasciati qualche giorno fa, leggendo tre suoi libri: “Mutandine di chiffon”, “Donne informate sui fatti” e “Ti trovo un po’ pallida”. Mi sia permesso un inchino personale alla sua saggia gioia di vivere e al suo sorriso illuminante. Mi mancherà, decisamente mi mancherà.
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-746f33a0-c396-419b-ac51-7872c3df84e0.html

mercoledì 11 gennaio 2012

"UN FILO D'OLIO", Simonetta Agnello Hornby - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO

Barbara B. ha letto “Un filo d’olio” di Simonetta Agnello Hornby:
"Un ricettario familiare, due sorelle molto legate che si ritrovano ogni estate a cucinare nella casa dell’infanzia, la Sicilia. Un romanzo autobiografico scritto a quattro mani, con grazia semplice. E 28 ricette che da sole valgono la lettura (io ne ho sperimentate alcune, ma voglio provarle tutte!). "

martedì 10 gennaio 2012

Omeopatia: medicina di uso quotidiano - LA BIBLIOTECA DEL BENESSERE

Continuano gli incontri nell'ambito della rassegna

La biblioteca del benessere

Biblioteca comunale di Tione
Associazione anima
                                                                                       

Omeopatia: medicina di uso quotidiano
Organon: l'arte di guarire
dr Giuseppe Fagone

 
Il dr. Fagone, omeopata di lunga esperienza, parlerà di omeopatia partendo dal testo base l'"Organon"

Introdurrà la serata la dottoressa Luigina Robusti





VENERDI' 13 GENNAIO 2012 ore 20,30
Sala riunioni - Comune di Tione
ingresso gratuito

lunedì 9 gennaio 2012

"APPUNTI DI UN VENDITORE DI DONNE", di Giorgio Faletti - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO


Sempre Alessandra B. ha letto "Appunti di un venditore di donne" di Giorgio Faletti:
Appunti di un venditore di donne (Romanzi e racconti)"Si tratta di un giallo ad alta tensione ambientato nella Milano degli anni '70, con un personaggio centrale molto ben costruito. Il libro è avvincente e mai scontato con un inizio "particolare" e un finale non scontato"

"DOPO LUNGA E PENOSA MALATTIA" di Andrea Vitali - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO

Alessandra B. consiglia la lettura di "Dopo lunga e penosa malattia" di Andrea Vitali:
"Il libro si legge tutto di un fiato in quanto è scritto molto bene, è scorrevole ed è un giallo coinvolgente"

lunedì 2 gennaio 2012

Newsletter gennaio 2012

Gennaio 2012
Bibliotecando…
Cari amici della biblioteca!
L’anno nuovo è arrivato, come avevamo previsto. Anche questa volta il DNA dell’anno nuovo contiene la sequenza con i buoni propositi, il cambiamento, la crescita, la Bellezza. Non sappiamo come crescerà questo piccolo 2012, né se manterrà le sue promesse; intanto vogliamo offrirvi un VIDEO che mostra come la bellezza di un gesto possa scardinare la tristezza di un non-luogo.

Restiamo in atmosfera festiva e perché la Befana non scarichi davanti alla porta della biblioteca un sacco di carbone mostriamo la nostra bontà donandovi delle fiabe: mercoledì 4 gennaio Carla Simoni racconterà ai bambini delle fiabe di Natale, alle 16.00 presso il punto di lettura di Javrè. Il 5 gennaio invece sarà Licia Simoni a raccontare fiabe e leggende nella magica atmosfera del villaggio di ghiaccio, a Tione alle 17.00.

Dopo la pausa festiva riprendono gli incontri della Biblioteca del Benessere: venerdì 13 gennaio vi aspettiamo presso la sala riunioni del Comune di Tione alle 20.30. Il dottor Giuseppe Fagone, in dialogo con la dottoressa Luigina Robusti, parlerà di omeopatia come medicina d’uso quotidiano.
Venerdì 27 gennaio, sempre alle 20.30 alla sala riunioni del Comune di Tione, il dottor Silvano Brunelli parlerà dei suoi studi, contenuti nel libro “La mente reattiva. Conquistare quello che non conosciamo di noi stessi origina inedite abilità.”
Raccogliamo inoltre le iscrizioni per il seminario del 28 gennaio 2012, legato all’incontro di Brunelli. Il titolo della giornata è “Trasformare i problemi in progetti”. Un’occasione per trovare la forza di realizzare i buoni propositi dell’anno nuovo! Raccoglieremo le iscrizioni fino a esaurimento posti, chiedendo un acconto di 5 euro a garanzia dell’effettivo interesse.

Sono aperte le iscrizioni ai corsi organizzati dal comune di Tione. Ricordiamo che il termine per aderire è il 14 gennaio e che i corsi disponibili sono quelli di teatro, di fotografia e di ceramica raku. Chi avesse bisogno di ulteriori informazioni può contattare il coordinatore dei corsi Udalrico Gottardi all’indirizzo mail udalrico.gottardi@tin.it oppure al numero di telefono 347-1462815.

Il gruppo di lettura si riunisce giovedì 19 gennaio per parlare di “Testimone inconsapevole” di Gianrico Carofiglio. Se avete letto il libro e volete venire a sbirciare il funzionamento del gruppo, o se non l’avete letto e siete semplicemente curiosi vi aspettiamo alle 20.30 in biblioteca.

La vetrina d’artista di questo mese è arricchita dalle tele di Geppy Camera.

L’ultima attività, non per importanza, che vi proponiamo a Tione per questo mese è lo spettacolo per la Giornata della Memoria. Il 31 gennaio vi offriamo “Processo alla banalità del male. Adolf Eichmann; un criminale moderno” con Andrea Castelli, Alessio Dalla Costa e Stefano Detassis con la regia di Maura Pettorruso. E’ importante esserci: non si cambia il passato, ma ricordarlo e portarlo dentro di sé permette di cambiare il futuro. Per questo non potete mancare alle 21.00 presso il teatro comunale di Tione.

Ricordiamo che a Ragoli l’Assessorato alla cultura organizza le seguenti attività: sabato 14 alle 15.00 “Merenda da fiaba” con Renata Fedrizzi. Sabato 21 alle 17.30 “Aperitivo per la mente”, incontro informativo con Fabio Preti presso la sala consiliare del comune di Ragoli, in cui si parlerà di percorsi e strumenti per il miglioramento personale e il benessere.  Mercoledì 25 gennaio (e mercoledì 29 febbraio) Renato Paoli parlerà di storia contemporanea, con l’attenzione a due episodi che hanno toccato, direttamente o indirettamente, la popolazione locale: “La guerra d’Africa” e “L’emigrazione”. Il 28 gennaio alle 15.00 un insegnante madrelingua accompagnerà i bambini delle elementari (secondo ciclo) in “racconti e giochi  in lingua inglese”.

Per finire non perdete l’occasione per regalarvi un sorriso: il Comune di Zuclo ospita sabato 7 gennaio 2012 alle ore 20.45 l’Associazione Teatrale Dolomiti di San Lorenzo in Banale con la commedia dialettale di Loredana Cont “Gemellaggio con la luganega, ovvero ciuìga”.

La prima vincitrice dell’anno di “Leggi tu che leggo anch’io” è Franca Artini che consiglia “Troppa felicità” di Alice Munro: “La Munro è stupenda, a volte toglie il fiato. Il suo modo di scrivere mi piace. E’ insolito, tagliente e vede e fa vedere cose che di solito non si colgono. Troppo bella.” Secondo classificato è U. M. che consiglia “La valle delle donne lupo”. Terza è arrivata Zita Marchetti con “Il sonaglio” di Andrea Camilleri.
Vi invitiamo a portarci i vostri consigli: il prossimo mese potreste essere voi i vincitori! Come al solito trovate tutti i consigli sul nostro blog: www.bibliotecaditione.blogspot.com .

Vi auguriamo che questo nuovo anno vi porti sorrisi per scaldare il cuore e storie per scaldare l’anima.

Maira, Teresa, Daniela e Francesca