CONTATTACI VIA MAIL

lunedì 31 ottobre 2011

Newsletter novembre 2011

Novembre 2011
Bibliotecando…
Cari amici della biblioteca!
La notte delle streghe sta arrivando e molti stanno lavorando alacremente per svuotare le loro zucche. Noi siamo convinte che zucche vuote ce ne siano a sufficienza, per cui ci sforziamo a riempire i vuoti con una soffice imbottitura culturale; per questo non vi facciamo mancare nemmeno a novembre delle iniziative per riscaldare cuore e mente.

 

La grande partecipazione ai primi due incontri filosofici testimonia l’interesse dei nostri utenti per le tematiche trattate. Rimangono ancora tre incontri con Alessandro Genovese e Nicola Zuin: giovedì 3 novembre alle 20.30 in biblioteca a Tione si parlerà della paura del nemico. Giovedì 10 novembre a Ragoli si discuterà della paura del piacere e martedì 15 novembre a Javrè il tema sarà la paura di non essere (se stesso).  Per maggiori informazioni riguardo ai vari percorsi vi rimandiamo al programma dettagliato che potete trovare sul sito: http://www.nowherezone.org/nowhere/La_paura_e_la_meraviglia_files/La%20paura%20e%20la%20meraviglia.pdf.
Un appuntamento cui teniamo particolarmente è quello di sabato 5 novembre. Alle 17.30 presso l’auditorium della scuola musicale avremo il piacere di ascoltare la musica di Gianluca Fantelli, un bancario con il cuore grande che ha deciso di afferrare saldamente i suoi sogni e di non alzare la bandiera bianca di fronte alle prove della vita. Gianluca presenterà il suo libro “Senza respiro”: un resoconto coinvolgente della sua tenacia nel realizzare i progetti che ha in mente. Vi invitiamo a visitare il sito www.iovivoiovivro.it per iniziare a conoscere il Fante!
Per affrontare al meglio questo periodo di acciacchi, non solo fisici, vi serviamo su un piatto d’argento la nuova edizione della biblioteca del benessere. Le locandine sono ancora in stampa e appena saranno pronte le troverete sul nostro blog. I primi tre incontri sono ad Arco a Palazzo Panni alle 20.30. Il 23 novembre Michael Mountad presenterà il suo libro “Denti e salute”; il 29 novembre è la volta di Filippo Ongaro che presenta “Mangia che ti passa. Uno sguardo rivoluzionario sul cibo per vivere più sani e a lungo”. Il 30 novembre Roberto Berruti parlerà del libro “Guarire cambiando”. Il primo incontro a Tione è previsto per il 2 dicembre con il dottor Nader Butto che parlerà della sua concezione di malattia e guarigione. Rimandiamo i dettagli alla prossima newsletter.

Il gruppo di lettura si riunisce l’1 dicembre, questa volta per parlare di un libro molto conosciuto: “L’eleganza del riccio” di Muriel Barbery.

Presso il comune di Tione (sala ex biblioteca tutti i sabati dal 15 ottobre al 12 novembre. Ore 10.00-12.00 15.00-19.00) è possibile visionare il plastico del progetto di valorizzazione di viale Dante e piazza Cesare Battisti. Vi invitiamo ad andare a vederlo: su questo nuovo “salotto urbano” si affaccia la nostra biblioteca, che a noi piace immaginare come una “cucina di idee”. Cerchiamo in mille modi di mantenere acceso il nostro focolare e lo possiamo fare soprattutto grazie a voi che seguite le nostre attività e che ci fate sentire importanti anche in questi momenti in cui la crisi vorrebbe rendere la cultura un bene superfluo. Se volete potete visionare e firmare un appello dell’Associazione Italiana Bibliotecari in favore delle biblioteche pubbliche http://www.aib.it/aib/cen/iniz/in1110.htm .

 “Dal 31 ottobre al 30 novembre il punto di lettura di Ragoli ospita una mostra pittorica di Piero Devilli. Gli orari di apertura sono quelli del punto di lettura.

Sempre a Ragoli 5 novembre alle 20 potrete assistere all’inaugurazione dell’interessante mostra documentaria sulla grande guerra. La mostra resterà aperta presso la sala consiliare del Comune di Ragoli fino al 27 novembre e merita una visita, se non altro per ammirare il primo tricolore che ha sventolato nelle Giudicarie! http://www.comune.ragoli.tn.it/lang/IT/pagine/dettaglio/6/139.html

Ancora a Ragoli inizia il 15 novembre un corso su sonno – insonnia a cura della Sipaa . Sono previsti 8 incontri. Le iscrizioni si raccolgono entro il 10 novembre. Per informazioni e iscrizioni potete rivolgervi al Comune di Ragoli 0465-321133.

Per i bambini segnaliamo il ritorno di “Una merenda da favola” con Renata Fedrizzi: sabato 19 novembre alle 15 presso (indovinate?!?)  il punto di lettura di Ragoli.

La vetrina d’artista di questo mese è allestita da Francesca Filippini che espone i suoi quadri.

I consigli di lettura questo mese sono arrivati numerosi. Il vincitore di “Leggi tu che leggo anch’io” di novembre è Michele Papotti che ci consiglia di leggere “La cartella del professore” di Kawakami Hiromi: “una dolce storia che aleggia come una nuvola, un piacere d’amore (scritto da una donna!)”. Siamo felici che anche gli uomini si diano da fare per vincere i nostri giochi! Seconda classificata Antonella Piacenza che consiglia “Odore di chiuso” di Marco Malvaldi, mentre al terzo posto troviamo Daniela Botteri cui è piaciuto leggere “Sette anni” di Peter Stamm.
Ringraziamo tutti i partecipanti: trovate tutti i consigli sul nostro nuovo blog www.bibliotecaditione.blogspot.com . Scriveteci il vostro consiglio (anche via mail) e regalatevi la possibilità di portare a casa il libro in palio per il mese di novembre!
Maira, Teresa, Daniela e Francesca

"IL BALLO", Irene Nemirovsky - Leggi tu che leggo anch'io


Antonella P. consiglia "Il ballo" di Irene Nemirovsky, un'autrice che anche noi vi consigliamo caldamente di leggere. "Il racconto, scritto negli anni '30, è, comunque, modernissimo per i temi trattati, tutti (o quasi) di carattere psicologico. al centro il rapporto conflittuale tra madre e figlia, fatto di sentimenti ambivalenti: bisogno d'amore e risentimento che sfocia in perfidia. Ah gli (le) adolescenti!"

"QUESTO CORPO MORTALE" Elizabeth George - Leggi tu che leggo anch'io


Manuela S. ci consiglia di leggere il thriller (come avrete certamente notato sono proprio i thriller i libri più gettonati). "Come tutti i libri di Elizabeth George anche "Questo corpo mortale" si legge tutto d'un fiato. E' piuttosto forte, ti prende a tal punto che non vuoi più smettere di leggere. Solo il finale ti svela la verità, sempre a sorpresa. Ottimo per chi ama i romanzi gialli.

Mostra fotografica sulla prima guerra mondiale


Presso la sala consiliare del municipio di Ragoli  è allestita una bella mostra documentaria:“1914-1918 la Grande Guerra”.

Si potranno visionare, oltre alle numerose fotografie dell'epoca, anche documenti e filmati che raccontano i sacrifici patiti dai soldati in guerra e dalle popolazioni loro malgrado coinvolte. La mostra resterà aperta al pubblico sino al 27 novembre, dal martedì al venerdì con orario 19.30-22.00 e la domenica dalle 10.00-12.00 / 15.00-22.00. 

In questa mostra è esposta anche la bandiera italiana realizzata da irredentisti di Ragoli e che è stata usata la sera del 3 novembre 1918 nella sede municipale. Il primo tricolore esposto nelle giudicarie merita una visita!

Il punto sull'arte - Piero Devilli


Il punto di lettura di Ragoli ospita dal 31 ottobre al 30 novembre 2011 la mostra di Piero Devilli. Gli orari sono quelli di apertura del punto di lettura: il lunedì e il giovedì dalle 14.30 alle 18.30 e il mercoledì dalle 10.00 alle 12. Un'occasione per visitare anche il punto di lettura, che per noi resta sempre nuovo anche se ormai è aperto da più di un anno!

sabato 29 ottobre 2011

Gianluca Fantelli con Elio e le storie tese - Vuoi ballare?

Stiamo leggendo "Senza respiro", stiamo spulciando il sito http://www.iovivoiovivro.it/ , stiamo ascoltando le canzoni: ormai ci sembra di conoscere Gianluca e manca solo l'incontro di sabato che stiamo aspettando veramente con gioia!
Prendetevi il tempo di venire all'auditorium della scuola musicale alle 17.30 di sabato prossimo: sarà sicuramente una serata da non dimenticare.

venerdì 28 ottobre 2011

Gianluca Fantelli - sabato 5 novembre


Sabato 5 novembre, alle 17.30 presso l'auditorium della Scuola Musicale delle Giudicarie, avremo la fortuna di ascoltare Gianluca Fantelli. Ci sarà modo di sorridere per la sua simpatia, di ascoltare la sua musica che sale dal cuore e di assaporare attraverso le sue parole la semplice saggezza che la vita gli ha donato.
Forse avete avuto modo di vedere Gianluca in televisione, forse vi è del tutto sconosciuto. In ogni modo non mancate a questo appuntamento: porterete sicuramente a casa qualcosa di positivo!

"ODORE DI CHIUSO", Marco Malvaldi - Leggi tu che leggo anch'io

Antonella P. ci consiglia di leggere "Odore di chiuso" di Marco Malvaldi.
"E' un giallo classico ma anche insolito, ricco di personaggi "conosciuti". La cifra è quella di una narrazione intrigante per la psicologia dei diversi caratteri e per il sottile umorismo che pervade tutta la vicenda".

giovedì 27 ottobre 2011

"IL SOGNATORE", George Pelecanos - Leggi tu che leggo anch'io

Ugo M consiglia la lettura del libro di George Pelecanos Il sognatore:  “Un libro scritto bene che da racconto diventa thriller piano piano con culmine nelle pagine finali”

mercoledì 26 ottobre 2011

"OLIVE KITTERIDGE", Elizabeth Strout - Leggi tu che leggo anch'io

Caterina C. ci consiglia Olive Kitteridge di Elizabeth Strout: “ Olive  nome insolito per una donna. Straordinario personaggio. Mi ritrovo leggendolo, tutta una vita: amore, delusioni, speranze, rabbia, aspettative negate ed errori per troppo amore. Io sono Olive, sono io l’anziana donna che sorride e con coraggio va avanti. E’ un libro che aiuta e incoraggia nella sua grande semplicità”

martedì 25 ottobre 2011

"UNA VITA ALLO SBANDO", Anne Tyler - Leggi tu che leggo anch'io



Ugo M. ci consiglia "Una vita allo sbando" di Anne Tyler, una storia assurda, che non si può abbandonare finchè non si è arrivati all'ultima pagina.

"LA CARTELLA DEL PROFESSORE", Hiromi Kawakami - Leggi tu che leggo anch'io


Michele P. ci suggerisce questo romanzo, sottolineando il fatto che l'autrice è una donna, e lo definisce come una dolce storia che aleggia come una nuvola, un piacere d'amore.

lunedì 24 ottobre 2011

Appello AIB

Vi chiediamo di visionare l'appello in favore delle biblioteche pubbliche promosso dall'AIB (Associazione Italiana Biblioteche), dal Forum del Libro, da Generazione TQ, dall'Associazione Bianchi Bandinelli e dai Presidi del libro, con il sostegno di IFLA e EBLIDA.
L'appello si rivolge a tutta la società italiana per chiedere un'inversione di rotta che porti maggiore attenzione e maggiori risorse per le biblioteche italiane, prima che sia troppo tardi.

Se il tema vi interessa trovate il testo dell'appello su  <http://www.aib.it/aib/cen/iniz/in1110.htm> . Se ci credete firmate e fate sentire che siamo in tanti ad aver a cuore la sopravvivenza della cultura come bene comune!

venerdì 21 ottobre 2011

"Pulce non c'è", Rayneri Gaia - Leggi tu che leggo anch'io

Barbara B. invia tramite mail la sua recensione:
Gaia Rayneri, Pulce non c'è, Einaudi stile libero
 Tenero, amaro, commovente, ironico, difficile. E' un libro che parla di autismo ma dal punto di vista di una ragazzina, che poi è anche l'autrice, giovanissima, del libro. Perchè la storia è vera. Leggetelo

giovedì 20 ottobre 2011

"GUERRE STELLARI: PRIMA DELLA TEMPESTA" Michael P. Kube Mcdowell - Leggi tu che leggo anch'io


Alessandro ci spedisce la recensione de "Prima della tempesta" di Michael P. Kube Mcdowell

Altro capitolo della saga di Star Wars localizzato dodici anni dopo la Battaglia di Endor, in un'Universo dove la Nuova Repubblica è la maggior potenza, l'Impero è ridotto a un'organizzazione con poco peso.
Ma una nuova minaccia sta arrivando.
Nell'Ammasso di Koornacht il popolo Yevetha capitanato da Nil Spaar, arrogante vicerè, stanno tentando di portare a termine lo sterminio di tutte le specie abitanti nell'Ammasso, grazie alla Flotta del Comando della Spada Nera e grazie ai suoi cantieri catturati durante la ritirata imperiale.
Toccherà a Leila e al suo entourage cercare di scongiurare lo sterminio.

Alessandro G

mercoledì 19 ottobre 2011

"FREELANDER", Miljenko Jergovic - Leggi tu che leggo anch'io

Il Termen ha eretto barricate di bancarelle tra noi e i nostri utenti, lasciandoci in una bolla di irreale silenzio. L'eroico Michele O. ha superato gli ostacoli per giungere fino a noi e portarci in dono il suo consiglio di lettura.
Copertina del libro Freelander di Miljenko Jergovi�
Il libro scelto è "Freelander" di Miljenko Jergovich "un viaggio nel viaggio. Un viaggio a ritroso nella memoria di una Jugoslavia che non c'è più con un percorso da Zagabria a Sarajevo nella ex Jugoslavia dei giorni nostri.

martedì 18 ottobre 2011

"SETTE ANNI", Peter Stamm - Leggi tu che leggo anch'io

Daniela B. ci consiglia di leggere il romanzo "Sette anni", un libro che ha letto in pochissimi giorni e che secondo lei rappresenta la nostra voglia di fare esperienza contrapponendo diverse sensazioni (bellezza/bruttezza, attrazione/disgusto, lontananza/intimità, senso di inquietudine/appagamento) attraverso una relazione clandestina parallela ad una vita normale, sempre tesa alla ricerca della vera felicità con la necessità alla fine di mollare tutto...alle volte!

lunedì 17 ottobre 2011

Giovedì 12 ottobre 2011

Cari amici del giovedì!
Confidavo nella inviolabilità del mio sistema immunitario, invece un hacker ha approfittato del primo gelo per espugnare il mio software e costringermi a letto per qualche giorno. L’overdose di echinacea ha avuto la meglio sull’invasore e quindi, scusandomi per il ritardo, rimetto in moto il mio sistema operativo e vi invio il consueto resoconto del nostro incontro.
Giovedì ci siamo trovati per parlare de “La miglior vita” di Fulvio Tomizza. Rare volte i pareri su un libro hanno preso una direzione così netta e univoca. I nostri commenti si sono appuntati come note su uno spartito: tutti diversi per tono e ampiezza, ma connessi nella formazione di un’unica melodia.
Di Tomizza è piaciuto l’approccio narrativo, che conduce il lettore nelle vite dei personaggi con delicatezza, lasciando intravvedere meschinità e grandezze della realtà di una piccola comunità. L’approccio alla società, alla politica, alla religione è dato da piccole vicende, scandite da odori e suoni a tutti noti (il contrappunto delle campane, così familiare, percorre tutto il libro).
L’ambientazione in Istria, con le sue note vicissitudini storiche, porta lo scrittore ad affrontare il tema delle differenze, tra Italiani e Slavi soprattutto, ma anche tra poveri e meno poveri. Qualcuno ha trovato nel libro, narrato in prima persona da un sacrestano, un grande senso del sacro nella vita comune. Una ricerca di benedizione per i piccoli gesti quotidiani che sottintende la convinzione che non è solo l’impegno personale che fa andar bene le cose, ma che qualcos’altro veglia sull’opera umana.
“La miglior vita” è certamente un libro difficile, duro, che non dà speranza. Qualcuno l’ha paragonato a un vino corposo, che contiene molti aromi e sapori, che richiede un assaggio meditato da parte del degustatore. Il libro non si fonda sull’elaborazione di concetti profondi, ma reca al lettore un duraturo turbamento, dato dalla bellezza del racconto e dalla presenza incombente di un passato travagliato e spesso abbandonato nel dimenticatoio. Molti di noi hanno avuto modo di conoscere dei profughi istriani e non possono dimenticare il loro vissuto. Chi invece ne ha sfiorato la Storia solo attraverso i libri, trova nella narrazione di Tomizza uno stimolo a entrare nel vivo del passato istriano e a porsi delle domande su etnie e conservazione delle diverse tradizioni.
Lo scrittore è discreto e il dolore che colpisce la vita dei personaggi non è descritto spudoratamente, come spesso avviene in libri che fanno della minuziosa analisi delle disgrazie il loro punto di forza. Il lettore sente scorrere in sé la sofferenza grazie alle azioni semplici dei personaggi, come il tentativo di un padre di ritrovare in se stesso il figlio morto ripetendone i gesti più umili e quotidiani.
Ognuno di noi ha rapportato  gli episodi presenti nel libro alla realtà trentina e le analogie sono moltissime. La vita nei piccoli paesi si assomiglia ovunque e i libri letti dal gruppo di lettura nel corso degli anni hanno dato modo ai partecipanti di avvicinarsi a realtà apparentemente lontane. Ogni scrittore rappresenta un angolo di mondo e lo regala al lettore: il nostro gruppo con pazienza tenta di comporre i tasselli. Una pietra alla volta stiamo creando una lunga strada che, con curve e salite, ci conduce in un viaggio senza meta ma con infinite tappe da visitare con interesse.
Il prossimo incontro sarà il 1° dicembre. Cercheremo di portare avanti qualche incontro raffrontando libri e film e inizieremo con la proposta di Andrea Tomasini: “L’eleganza del riccio” di Muriel Barbery.

Primo incontro del percorso di lettura filosofica - La paura e la meraviglia

Giovedì 20 ottobre vi invitiamo in biblioteca per partecipare al primo dei nostri incotri filosofici guidati da Alessandro Genovese e Nicola Zuin. Il titolo dell'incontro è "La paura dell'altro come fondazione della politica moderna: Hobbes e Rousseau."
"In un'Europa dilaniata dalle guerre di religione, Thomas Hobbes tenta una nuova via per tenere assieme la società, rinunciando a considerare qualsiasi differenza religiosa, sociale, politica. Ma in una condizione di perfetta uguaglianza, chi avrà il diritto di comandare? Su quale base si potrà giustificare il dovere di obbedire? Solo la paura della morte convincerà gli individui a unirsi in un patto per scrivere e rispettare le leggi dello Stato."

sabato 15 ottobre 2011

"LA BALIA ", Petros Markaris - Leggi tu che leggo anch'io



Gisella F. consiglia ai nostri lettori di leggere La balia di Petros Markaris
Il libro inizia a Instanbul, dove il commissario Charitos è in viaggio di piacere con la moglie. Le sue inchieste si intrecciano con la balia.
La balia è una donna anziana che percorre un lungo cammino per vendicare tutti i torti subiti da lei e dai suoi amici nel corso della sua vita. Con gentilezza porta ai suoi nemici buonissime torte salate …. avvelenate. Alla fine del suo viaggio torna alla sua casa natale ed è lì che finalmente Charitos la trova. Il finale è dolce e commovente.
Simpatica la figura di Charitos indimenticabile quella della balia. Per me un libro avvincente

mercoledì 12 ottobre 2011

Adotta una parola!

Ci sono parole dimenticate, parole che ci fanno sorridere perchè le usavano i nostri nonni, parole che hanno un suono che accarezza le orecchie e gli occhi dei lettori.
Ci piace pensare a un esercito di paladini salvatori di parole, così vi inviatiamo a partecipare all'iniziativa che trovate su questo sito http://www.ladante.it/ .
Noi abbiamo già adottato le nostre parole e nei prossimi post vi stupiremo con effetti speciali!

"ACCIAIO", Silvia Avallone - Leggi tu che leggo anch'io


Massimo ci consiglia il libro di Silvia Avallone "Acciaio"

Folgorante esordio della giovane scrittrice biellese, un monumento letterario all’universo adolescenziale, e alle sue paure, ai suoi sballi, alle sue frustrazioni, ai suoi miti.
Nel romanzo, steso con scrittura vigorosa, diretta e che trasuda di sincero coinvolgimento emotivo da parte dell’autrice, ci sono tutte o quasi le tipologie umane tipiche di quell’”età di mezzo” (l’innamorato platonico irrimediabilmente respinto, le amiche del cuore, le sfigate, le invidiose, il leader del gruppo, l’amico bono del fratello), al punto che risulta arduo per un minorenne  di oggi non identificarsi (ahimè) in qualcuno dei personaggi.
Ma le vicende non sono ambientate in quartieri “bene”, non ci sono i muretti dei Parioli sui quali se la raccontano e flirtano frotte di ragazzotti viziati di buona famiglia, ma c’è la periferia triste e operaia e opprimente di Piombino, descritta come una specie di deposito di persone dove le giornate sono cadenzate dai ritmi delle fabbriche e dai loro veleni, un micro territorio chiuso in sé stesso dal quale evadere anche solo per qualche ora (il tempo di fare un bagno all’Elba, così vicina ma così lontana) diventa autentica utopia.
E allora in questa sorta di riserva indiana, dove gli adulti o sono fancazzisti o violenti o criminali e dove i giovanotti si trovano, si perdono e si ritrovano come su una ininterrotta giostra, si percepisce densa come i veleni sprigionati dagli altoforni delle acciaierie tutta la fugacità della vita, la tragedia che incombe e si avverte ancor prima del suo manifestarsi.
E’ il dolore l’unica forza che riconcilia.

lunedì 10 ottobre 2011

Carta batte forbice, Biblioteca nazionale di Roma, martedì 11 ottobre

“Carta batte forbice – contro i tagli alla cultura – per le biblioteche come bene comune – per una rivolta del sapere”, martedì 11 ottobre

Roma è lontana, ma come bibliotecarie vogliamo essere vicine a questa iniziativa promossa da Generazione TQ, dai lavoratori della cultura, del Teatro Valle Occupato e dai lavoratori della Biblioteca Nazionale.
Negli ultimi giorni abbiamo seguito l'organizzazione dell'evento e possiamo testimoniare l'entusiasmo che pervade gli organizzatori, che a titolo gratuito (è bene sottolinearlo in questi tempi) mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze di scrittori, attori, bibliotecari, insegnanti, editori, librai e in generale di operatori culturali per organizzare un evento importante e altamente simbolico.
Speriamo veramente che la carta dimostri tutto il suo valore e che la cultura riprenda il suo posto centrale nella nostra società, riportando in auge conoscenza e sobrietà.

sabato 8 ottobre 2011

"DI FAMA E DI SVENTURA", Federica Manzon - LEGGI TU CHE LEGGO ANCH'IO

difamaedisventura 150x150 Un uomo che lotta contro le lusinghe del suo tempo nel romanzo desordio di Federica Manzon: Di fama e di sventura

Manuela S. consiglia ai nostri lettori di leggere "Di fama e di sventura", di Federica Manzon: "Ci sono tanti Tommaso a questo mondo, perciò consiglio di leggere questo libro che a me ha dato forti emozioni. Fa capire cos'è veramente importante, ciò che conta di più sono gli affetti, e ci esorta ad aprire i nostri cuori, perchè non esistano più parole non dette e gesti d'amore incompiuti. Solo questo ci potrà salvare."

mercoledì 5 ottobre 2011

Nati per leggere

NATI PER LEGGERE mostra di libri per bambini


Tione, sala piano terra municipio di Tione
dal 3 al 11 ottobre 2011
Mostra: Nati per leggere
La biblioteca di Tione presenta la mostra Nati per leggere - Libri per bambini da 0 a 7 anni.
Un’ottima occasione per conoscere, sfogliare e leggere i 230 nuovi libri che compongono la mostra, accuratamente selezionati da un gruppo di esperti.
Orari: 15,30- 18,00 esclusi sabato e domenica

lunedì 3 ottobre 2011

Newsletter ottobre 2011

Ottobre 2011
Bibliotecando…
Cari amici della biblioteca!
Sopravvissute all’inventario di circa 45.000 documenti in una settimana, siamo pronte per la rottamazione, ma lasciamo alla comunità una biblioteca con gli scaffali lindi e ordinati in modo quasi commovente. Il nostro tracollo sarà completo tra una settimana, quando i libri torneranno al caos primordiale, mescolati dalle mani di qualche ignoto mazziere.
Intanto ci facciamo un’overdose di attività ricostituenti per mantenerci vitali e in forma. Dal 4 all’11 ottobre dalle 15.30 alle 18 (sabato e domenica esclusi) vi aspettiamo, da soli o con i vostri bambini, alla mostra “Nati per leggere” presso la sala riunioni ex vigili del comune. Troverete i libri della bibliografia selezionata appositamente per i lettori in erba, utile per educatori e genitori che vogliano trasmettere ai bambini l’amore per la lettura. Trovate informazioni sul progetto Nati per leggere sul sito http://www.natiperleggere.it . Consigliamo caldamente di partecipare anche all’incontro sull’importanza della lettura ad alta voce in età infantile con Francesca Sorrentino, che si terrà nella stessa sala martedì 4 ottobre alle ore 20.30.

Visto il successo inaspettato della passata edizione, riproponiamo gli incontri filosofici con Nicola Zuin e Alessandro Genovese. Il tema scelto è “La società della paura”, un percorso alle radici della società per cercare di capire i rapporti tra uomo e uomo  e il bisogno contraddittorio di evocare e di esorcizzare la paura dell’altro. Un viaggio per allenare la mente a comprendere la società che ci circonda che si snoderà lungo le date di giovedì 20 e 27 ottobre, 3 e 10 novembre e martedì 15 novembre. Gli incontri di ottobre saranno entrambi a Tione in biblioteca. Per informazioni riguardo ai vari percorsi vi rimandiamo al programma che trovate a http://www.aziendadigitale.it/tione/home.nsf/NoFrames/6D58CE57F76AAA67C1257582005055A3?OpenDocument&D7855B17CAEFD573C12575520041DAFE

Quando un buon libro non è sufficiente per accompagnarvi serenamente tra le braccia di Morfeo, vi consigliamo di  partecipare a "Sonno e insonnia" a cura dell'associazione SIPAA (Società Italiana Psicologia dell' Adulto e dell'Anziano) e organizzato dai comuni di Ragoli, Preore e Montagne, che si terrà a Preore presso la Casa Mondrone giovedì 13 ottobre alle ore 20.00.
Alla serata di presentazione seguirà un corso, tenuto dalla dott.ssa Taufer presso il punto lettura di Ragoli.
Se invece le vostre serate sono libere e spensierate e volete imparare qualcosa di nuovo, potete consultare l’offerta formativa per adulti dell’Istituto di istruzione Lorenzo Guetti: http://www.guetti.tn.it/it/Indirizzi/Corsi-liberi-per-adulti .
 Apriamo gli occhi sul mondo e vi invitiamo a partecipare alla mostra itinerante “Libri in viaggio”,  organizzata dall’associazione More, tra il 20 e il 28 ottobre 2011 presso la sala ex-vigili del comune di Tione. Se desiderate avere maggiori informazioni in merito potete collegarvi al sito de “Il gioco degli specchi”: http://www.ilgiocodeglispecchi.org/node/932 .
More Associazione culturale propone  per sabato 8 ottobre un nuovo incontro con “parole in pentola”, il corso di cucina etnica. L’incontro ci porterà in Francia con un piatto tipico poco conosciuto e avrà luogo presso l’oratorio alle ore 17.00. Il 22 ottobre ci sarà un altro incontro, probabilmente con la cucina dell’Equador. Se vi interessa e volete tenervi aggiornati sulle attività dell’Associazione potete seguire il blog http://associazionemore.wordpress.com/ .
E’entrato in vigore il nuovo orario: il mercoledì faremo orario continuato, con chiusura anticipata alle 16.30 per venire incontro alle esigenze di chi lavora e di chi vuole fermarsi a studiare in biblioteca. Negli altri giorni l’orario ritorna quello invernale, con apertura il sabato.

Ricordiamo che il gruppo di lettura si riunisce il 13 ottobre per parlare di “La miglior vita” di Fulvio Tomizza.

La vetrina d’artista di questo mese è allestita dall’associazione “Utile e Futile” che esporrà i propri manufatti. I membri dell’associazione creano degli oggetti che vengono venduti per finanziare delle adozioni a distanza, per cui se passate sul viale non dimenticate di lasciar scorrere l’occhio sulle nostre vetrine.

Abbiamo il primo vincitore di “Leggi tu che leggo anch’io”! Rita Ballardini consiglia la lettura di “Lunga è la notte” di Anthony Flacco, “un libro molto scorrevole” e si aggiudica il nostro libro in palio. Sul podio, con i nostri ambitissimi complimenti per premio, salgono Silvano Piccone e Caterina Collizzolli. Il primo consiglia di leggere “L’esecutore” di Lars Kepler, un “romanzo thriller avvincente con molteplici colpi di scena e originale nella trama. Da gustare.” Fuori estrazione aggiunge anche un consiglio per “Io confesso” di John Grisham, un “romanzo crudele e intenso. Molto commovente e anche con finalità contro la pena di morte. Molto bello.” Caterina Collizzolli, dopo aver scoperto Irene Nemirovskij tra i nostri scaffali, consiglia a tutti di leggere “Suite francese”. Scrive: “Amo questo libro perché rispecchia la vita della giovane donna che lo ha scritto, finita ad Auschwitz all’età di 39 anni. Ebrea lei e tanti dei personaggi che si trovano nei suoi libri da leggere con il dispiacere che non ce ne siano altri.”
Ringraziamo tutti i partecipanti: trovate tutti i consigli sul nostro nuovo blog www.bibliotecaditione.blogspot.com . Aspettiamo i vostri consigli di lettura per ottobre: non preoccupatevi se sono lunghi o corti, semplici o complessi. Il nostro scopo è far circolare i buoni libri e le idee che in essi si trovano, non indire un concorso di stile.
Maira, Teresa, Daniela e Francesca

"LUNGA E' LA NOTTE", Anthony Flacco - Leggi tu che leggo anch'io


Rita B. ce lo consiglia perchè "è un libro molto piacevole".